Esercizio d’arte #3 – questione di sfumature

C O L O R E

“se si dice rosso e ci sono 50 persone che ascoltano, ci si può tranquillamente aspettare che abbiano in mente 50 tipi di rosso. E si può essere sicuri che questi rossi saranno molto diversi.” (Joseph Albers)

E’ proprio da qui che voglio partire.

Conoscere i colori e farli nostri e’ un bel modo per allenare i nostri sensi all’emozione…  Ci sono colori che ci ricordano persone o luoghi, colori che ci piacciono, colori che amiamo indossare, colori che utilizzeremo volentieri per dipingere il muro del nostro salotto, sappiamo anche i colori preferiti dei nostri amici più cari. Il colore ci caratterizza molto di più di quanto pensiamo.

L’esercizio di oggi e’ un gioco, un modo per trovare i propri colori, la personale cartella ral. (La cartella ral è un termine usato per definire una scala di colori normalizzata usata principalmente nell’ambito delle vernici. Avete presente quei bellissimi blocchetti pieni di colori e sfumature che a volte si trovano in mesticheria? Io li adoro! )

Tutto quello che ti serve e’ una rivista. Magari quelle belle riviste femminili con le pagine lucide che escono una volta al mese…

Ritaglia sfumature di uno stesso colore, cerca di avere un formato standard per ogni tassello in modo che una volta incollato su un foglio o un cartoncino possa essere catalogato con cura. Adesso prova a dare un nome ad ogni colore. Se riesci procurati  fai un salto nei grandi magazzini che si occupano di faidate e sbircia nel reparto vernici.

 

Lascia che ogni colore si colleghi a qualcosa:

giallo ciambella, verde freddo, rosso labbra lucide.

Mi capita a volte di vedere abbinamenti di colori che mi piacciono e spesso ne rubo un pezzetto per ricordarmeli….

Sono utili per rinnovare un angolo di casa, per fare nuovi acquisti, per dare vita a cambiamenti….ma anche per ricordare qualcosa.

Quali sono le tue sfumature preferite? Le hai già utilizzate per colorare le tue giornate?

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *