esercizio d’arte #1 – le parole degli oggetti

Ti capita mai quando sei in vacanza di conservare il biglietto di un ristorante, una conchiglia raccolta dalla spiaggia, un sasso?

Poi a volte quando si torna a casa rimangono in giro per un po’ e alla fine, in una giornata dedicata al riordino drastico, fanno una brutta fine….Ecco vogliamo farti vedere come rendere questa abitudine un esercizio d’arte, come evitare di raccogliere ricordi per poi buttarli e di trasformare semplici oggetti in un sacchetto ricordo o con il titolo che vuoi tu.

Recupera piccoli oggetti in giro per la casa, dentro la borsa, lo svuota tasche…

bottoni, conchiglie, fili, sassi, spugne, monete, biglietti del cinema o dell’autobus, gomme, biglie, piume, piccoli tesori…

I materiali sono evocativi al tatto, all’olfatto o più semplicemente per quello che rappresentano, per la storia che sottendono. Tutto parte da una emozione…

Crea un vocabolario dei materiali: partendo dalle caratteristiche oggettive per poi passare all’aspetto evocativo che essi hanno. Considera non solo ciò che rappresentano ma anche tutta quella serie di suggestioni che essi ti rimandano.

Ricrea una tavola allegorica incollando il materiale su un foglio di cartoncino e utilizzando anche strumenti differenti, scrivi ciò che rappresenta per te, come se possa assumere un nuovo significato, come se fosse una voce nuova del tuo vocabolario, un oggetto nuovo appena scoperto. Descrivi anche le caratteristiche estetiche, come stimola i tuoi sensi.

Prendi un sacchettino di plastica trasparente e metti dentro uno o più oggetti, se vuoi puoi aggiungerci un piccolo messaggio e chiudilo per bene. Puo’ essere il verso di una canzone, una poesia o semplicemente un titolo: puoi fare sacchetti abbraccio, sacchetti porta fortuna, sacchetti ricordo, sacchetti nostalgia, sacchetti talismano….

Adesso decidi tu se conservarli, esporli in giro per casa, regalarli a qualcuno con cui vuoi condividere una emozione.

Ora puoi davvero dire che gli oggetti ci parlano, basta ascoltarli.

Se ti capita fotografali e facceli vedere! L’immagine di apertura del post è il riassunto di una vacanza al mare! Se ti è piaciuto quest’esercizio d’arte prova a giocare con quello sulla NATURA MORTA.http://adocchispalancati.com/2017/02/21/esercizio-darte-2/

1 commento

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *