..blu cobalto, blu di prussia, blu di persia, ciano, turchese, acquamarina….

Impercettibili sfumature di uno stesso colore….

impercettibili sfumature di uno stesso cielo…

In questi giorni ho bisogno di blu.

“Il blu: la verità, la saggezza, la pace, la contemplazione, l’unificazione di cielo e mare, il colore dello spazio infinito, che essendo vasto, può contenere tutto. Il blu è l’invisibile che diventa visibile. Non ha dimensioni. E’ oltre le dimensioni di cui sono partecipi gli altri colori”. Così parlava Yves Klein che ha creato un blu oltremare brillante “l’espressione perfetta di blu” e gli ha dato addirittura il suo nome diventando così il Blu Klein.

Ma a pensarci bene il blu nell’arte ha sempre avuto un grande ruolo:

Renoir ad esempio diceva: “Una mattina, siccome uno di noi era senza nero, si servì del blu: era nato l’Impressionismo”. Perchè le ombre nelle opere impressioniste non erano realizzate con il colore nero, ma con il verde e il blu.

Poi mi viene in mente Picasso e il suo periodo blu, durante il quale utilizzava sol questo colore e tutte le sue possibili sfumature, per esprimere la tristezza e la solitudine…Nelle sue opere regna il blu che sembra ricoprire tutto con un manto di malinconia e inquietudine.

…e il cavaliere azzurro di Marc e Kandinsky (Der Blaue Reiter), un nome particolare che nasce semplicemente dal fatto che a Kandinsky piacevano i cavalieri, mentre a Marc i cavalli e ad entrambi piaceva il colore blu.

E poi va beh, c’è la casa Azul di Frida Kahlo e i cut out di Matisse: Nudo Blu, I blu nelle opere di Mirò

Ma quando è apparso il primo Blu?

I primi a preparare il colore blu furono gli Egizi, con la “fritta egizia”, creata cuocendo una miscela di minerali, diedero vita al blu della pittura antica poi utilizzato anche dagli Etruschi e dai Greci.

Nella pittura del Medioevo e del Rinascimento il blu era quello dei lapislazzuli, un blu oltremare, proprio perchè proveniva dalle miniere dell’Asia. Era un colore prezioso e molto costoso e quindi i pittori lo utilizzavano per vestire le figure divine come la Madonna e gli angeli.

Hai mai sentito parlare del blu di Berlino? Lo inventarono nel Settecento a Berlino, ma il chimico che lo creò non rivelò mai la sua formula e ci vollero molti anni per scoprirne il segreto. La particolarità di questo tipo di blu è che poteva dare vita a tantissime tonalità differenti.

Guarda qui quanti tipi di blu elenca Wikipedia BLUBLUBLUBLU

Vuoi provare anche a tu a cimentarti con il colore blu?

Ora prova a fare questo esperimento.

Ritaglia una immagine o disegna qualcosa tu. Meglio in bianco e nero.

Prova a posizionare l’immagine su sfondi di colori differenti.

Vedrai come la percezione della tua immagine cambierà in base al colore!